Eventi

/

Una delle paure più frequenti e delle preoccupazioni più grandi delle donne che si apprestano a partorire è quella della gestione del dolore del travaglio. Nel 2018 sembra assurdo che ancora si debba soffrire per partorire. Certamente se il concetto è quello di un dolore inutile e punitivo riservato alle donne in quanto genere ben venga il volerlo combattere con ogni mezzo a disposizione, anche quelli non privi di effetti collaterali.

Innanzitutto è bene sapere che il detto biblico, ancora tanto citato, "donna, partorirai con dolore" è frutto di un'errata traduzione di una parola che in realtà significa "fatica".

Vi sono molti metodi per sostenere la donna in travaglio e portare al minimo il dolore  indispensabile per quella nascita: il sostegno di un'ostetrica esperta di ipoalgesia, le digitopressioni, l'uso dell'acqua per esempio. Abbiamo scritto volutamente portare al minimo, e non necessariamente annullare, perchè una quota di dolore, purchè ben compensato, ha un suo scopo profondo e importante in travaglio per sostenere la produzione ormonale che rende la nascita un evento sicuro e gratificante come vincere la Coppa del Mondo!

/

PARLANE CON LE OSTETRICHE!

MERCOLEDì 4 APRILE h 18:00 - 20:00

Con l'avvicinarsi del momento del parto, le domande si susseguono e ci invadono in un turbinio di emozioni e paure. Dopo 9 mesi di attesa, l'avventura sta volgendo finalmente al termine e l'incontro con il proprio bambino si avvicina sempre più!

Quando è, dunque, il momento di recarsi nel luogo scelto per la nascita?

Questa è una delle domande che, come ostetriche ci sentiamo porre più spesso. La paura di essere precipitose e recarsi in ospedale troppo presto o, al contrario, aspettare più del necessario, è tanta, e l'insicurezza può trarci in inganno.

Per evitare stress e folli corse in ospedale, è utile imparare a riconoscere i segnali che il nostro corpo ci invia. Partecipare a un corso di accompagnamento alla nascita di coppia o affidarsi a un'ostetrica possono offrirci gli strumenti per affrontare i cambiamenti che avvengono in prossimità del parto e comprenderne il significato.

Ogni donna attraversa una fase di preparazione prima dell'avvio del travaglio, caratterizzata da diverse fasi: i livelli di progesterone si abbassano, l'intestino si svuota più frequentemente, si può perdere il così detto tappo mucoso, le contrazioni non hanno una regolarità nella frequenza e nella durata e possono essere più o meno dolorose.

Insieme alle ostetriche, vedremo come riconoscere le varie fasi del travaglio e i segnali che il nostro corpo ci invia per imparare a divenire più consapevoli.

In questo incontro vedremo come:

- riconoscere i segnali corporei

- apprendere metodi di contenimento del dolore

- il ruolo che il nostro compagno può avere nel travaglio come sostegno non solo morale, ma pratico per affrontare la nascita in sintonia con il proprio corpo, il proprio bambino, e anche con il partner, per vivere un'esperienza intima e di famiglia.

Incontro riservato alle donne in attesa e ai propri partner. Per partecipare è necessario associarsi.

Per info e prenotazioni contattaci

/

FESTEGGIAMO INSIEME I PREZIOSISSIMI PADRI UNA VOLTA OGNI TANTO!

LUNEDì 19 MARZO h 18:00 - 20:00

Serata aperta a tutti in cui ci sarà spazio per raccontare esperienze e condividere vissuti tra uomini che non sempre hanno modo di poter esprimere e parlare dei propri sentimenti. 

Ci sarà un piccolo rinfresco, per partecipare è necessario associarsi.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!

/

Negli ultimi anni sono stati condotti numerosi studi sul microbioma umano e sull'importanza che questo ha sulla salute globale dell'uomo. Chi di noi ha mai considerato positiva la definizione di microbo? Quanti di noi considerano la disinfezione da germi e batteri un requisito di salute? Eppure i microbi costituiscono ben il 90 % del nostro organismo e senza di loro non potremmo sopravvivere!

Nell'utero materno il feto è in una condizione di omeostasi, solo nelle ultime settimane di gestazione la placenta fornisce al bambino un'enorme quantità di cellule immunitarie dette immunoglobuline che lo aiuteranno nel suo processo di colonizzazione durante il parto, immediatamente dopo la nascita grazie al sangue

Vuoi richiedere un appuntamento?